Le leggi razziali fasciste furono un insieme di provvedimenti legislativi e amministrativi applicati in Italia fra il 1938 e il primo quinquennio degli anni quaranta, inizialmente dal regime fascista e poi dalla Repubblica Sociale Italiana.
Alberto Angela racconta il lungo viaggio senza ritorno delle donne, dei bambini e degli uomini ebrei che il 16 ottobre 1943 furono catturati a Roma dalle SS e portati in treno ad Auschwitz e in altri campi di sterminio

Ebrei tedeschi: dalla privazione dei diritti civili alla persecuzione 1933-1945

  • spoliazioni dei beni degli ebrei
    Nell'aprile 1933, negozi, studi medici e studi legali ebrei sono boicottati in tutto il paese. Questo è l'inizio di una graduale privazione dei diritti dei cittadini ebrei che saranno espulsi dalla vita sociale. Di conseguenza, due terzi dei 500.000 ebrei che vivono nel Reich tedesco emigreranno entro l'inizio della guerra. Fonte - Mitteldeutscher Rundfunk